Pepe Coin: L’Ultima Delle MemeCoin

Immagina di vivere in un mondo in cui una fotografia del tuo gatto, un video divertente o una semplice immagine disegnata possono trasformarsi in una valuta digitale: questo è l'”incantevole” mondo delle memecoin come PEPE Coin.

Per iniziare a capire cosa abbiamo di fronte possiamo immaginare di mettere in un frullatore la cultura internet, l’umorismo dei meme, la finanza e la tecnologia blockchain, creando un frullato che è tanto inusuale quanto intrigante: uno dei prodotti più recenti di questo frullato è $PEPE.

Sì, hai capito bene: si tratta di un’economia interamente basata su un meme.

L’obiettivo di oggi è esaminare PEPE Coin da una prospettiva critica: analizzeremo la sua storia, il suo valore e la psicologia che sta dietro alle memecoin.

In un’ottica di imparzialità, abbiamo scelto di redigere questo articolo collaborando a quattro mani, unendo le competenze e le prospettive di entrambi gli autori: Matteo e Michele.

Pepe Coin, MemeCoin, Criptovalute, Dogecoin, Shiba Inu, Analisi Critica, Speculazione, Investimento, Mercato delle Criptovalute, Volatilità

Cosa Rappresentano le MemeCoin come PEPE?

Provate a pensare ad un meme su internet: è un’idea, un concetto o un’immagine che diventa virale e si diffonde rapidamente online. Le memecoin portano questo concetto nel mondo delle criptovalute: sono token digitali che si diffondono e acquisiscono valore grazie alla loro popolarità e alla velocità con cui si diffondono online.

Per semplificare il concetto a coloro che non sono molto preparati sul mondo dei meme prendiamo, per esempio, un semplice sorriso: quando lo condividiamo con qualcuno, quel sorriso si diffonde e crea un’atmosfera positiva.

Immaginate ora di poter “investire” in quel sorriso, più persone lo vedono e lo condividono, più il suo “valore” aumenta: questo è in sostanza il principio di funzionamento di una memecoin come PEPE, l’unica funzione reale che dovrebbe avere è quella di intrattenere e portare un po’ di umorismo nel mondo spesso serio delle criptovalute, ma purtroppo la storia insegna che non è sempre così.

La Psicologia Dietro le MemeCoin

Le memecoin, come PEPE, abbracciano l’aspetto culturale e comunitario dei meme internet e lo fondono con la tecnologia blockchain, creando qualcosa di unico: è un po’ come se il tuo panettiere di fiducia iniziasse a fare pane utilizzando una ricetta che diventa virale su internet. 

Il pane rimane lo stesso alimento nutriente di sempre, ma ora ha un nuovo appeal, un elemento di interesse aggiunto.

Questa categoria di token, al netto della loro innegabile popolarità, viene spesso vista (giustamente) come uno strumento di speculazione poco serio. 

Questo può essere attribuito alla psicologia dietro le memecoin, molti investitori sono attratti dalla possibilità di ottenere rapidi guadagni finanziari, nonostante il rischio elevato: questa speranza è alimentata da storie di successo di investitori che hanno realizzato enormi guadagni investendo in memecoin come Dogecoin o Shiba Inu.

Oltre al sogno dei guadagni facili, due fattori determinanti per il successo di progetti di questo tipo sono l’aspetto ludico e l’elemento della cultura dei meme, che rendono queste monete particolarmente attraenti per un pubblico più giovane e orientato all’internet.

La psicologia dietro le memecoin è quindi complessa e affascinante perché se da un lato, c’è l’attrazione del guadagno finanziario rapido (comune a tantissimi settori della finanza), dall’altro il fatto che la stragrande maggior parte degli utenti che hanno investito in questi progetti non hanno la consapevolezza finanziaria necessaria per operare con strumenti con questo grado di volatilità e finiscono per riportare perdite significative.

Pepe Coin, MemeCoin, Criptovalute, Dogecoin, Shiba Inu, Analisi Critica, Speculazione, Investimento, Mercato delle Criptovalute, Volatilità

Storia di Pepe Coin

PEPE coin è nata sulla blockchain Ethereum per essere “The most memeable memecoin in existence” (frase riportata direttamente nel profilo twitter ufficiale) nel mese di aprile 2023 e, nonostante il suo spirito giocoso e ironico, ha saputo farsi strada tra le prime 100 criptovalute per capitalizzazione di mercato in meno di un mese. 

La scelta di Ethereum come piattaforma ospitante non è casuale: questo ambiente, infatti, offre un ecosistema che permette di creare e lanciare token personalizzati e questo lo rende ideale per una memecoin come PEPE.

In pochissimo tempo, PEPE ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di circa 600 milioni di dollari (valore odierno), toccando circa 1,5 miliardi nel suo picco storico del 5 maggio 2023.

Questo successo è emblematico nonostante l’avvertimento dei fondatori stessi del progetto che, senza mezze misure, hanno definito dichiarato che : “PEPE è una meme coin senza alcun valore intrinseco o aspettativa di ritorno finanziario. Non esiste un team formale o una roadmap. La moneta è completamente inutile e ha solo scopi di intrattenimento”.

PEPE, però, non ha alcuna associazione diretta con il famoso meme “Pepe the Frog”, creato dal fumettista Matt Furie, che rappresenta una rana antropomorfa con diverse espressioni emotive e che è diventato virale su piattaforme come Reddit e 4chan, diventando un simbolo della cultura dei meme su internet.

Nonostante il nome, quindi, il token PEPE intende semplicemente “rendere omaggio a un meme che tutti amiamo e riconosciamo”.

Analisi del Prezzo

Il numero totale di token PEPE – la supply – è fissato a 420,690,000,000,000: questo numero apparentemente casuale, infatti, è una giocosa omaggio a due numeri ben conosciuti nella cultura dei meme: 420 (associato alla consumazione di Cannabis) e 69 (noto per l’associazione sessuale, anche se utilizzato in modo ironico e bonario nel mondo dei meme).

Non c’è nulla di intrinsecamente prezioso o funzionale in questi numeri, ma sono noti e riconoscibili, e la loro inclusione serve a enfatizzare il carattere giocoso e “memeabile” del progetto. 

La supply è un concetto fondamentale nel mondo delle criptovalute: rappresenta il numero massimo di token che possono essere emessi: è come se un pasticcere decidesse fin dall’inizio quanti dolci preparare per il suo negozio, questo limite può influenzare il prezzo e la rarità dei dolci (o in questo caso, dei token).

Nonostante la rapida ascesa di $PEPE, il suo valore è sceso drasticamente a seguito del cosiddetto “dump delle whale”, ovvero la vendita massiccia di monete da parte di grandi detentori, noti come “whale”: questo fenomeno ha portato ad una rapida diminuzione del prezzo, evidenziando la volatilità e l’instabilità delle memecoin.

La dinamica del prezzo di PEPE Coin è dunque un esempio emblematico di come funziona questa classe di criptovalure: dopo il successo iniziale, $PEPE ha perso quasi 3/4 del suo massimo storico.

Al momento della stesura di questo articolo il prezzo  si aggira intorno a $0.000001434(circa 52 volte il minimo storico di $0,00000002764 ma anche minore circa di un fattore 3 rispetto al massimo storico pari a $0.000004354) e i movimenti dei prezzi si sono rallentati.

A Cosa è Dovuto Questo Successo?

Il successo travolgente di PEPE coin è stato determinato da diversi fattori. 

Popolarità delle meme coin

I guadagni stratosferici messi a segno e pubblicizzati da alcuni “investitori” grazie a monete come Shiba Inu o Doge coin, hanno contribuito alla creazione di una “visione positiva” delle memecoin.
Questo apprezzamento popolare ha spianato la strada ad un progetto come quello di $PEPE, che in meno di un mese è riuscito a performare meglio di molti altri progetti più strutturati e con reali use-case. 

HYPE

Il fenomeno virale e l’enorme hype generato attorno a PEPE coin hanno giocato un ruolo fondamentale nella sua rapida ascesa: la sua diffusione sui social media, i meme creati dagli utenti e la condivisione di storie di presunti guadagni stratosferici hanno alimentato l’interesse e l’entusiasmo intorno al progetto.

FOMO 

Proprio perché meme coin precedenti hanno permesso ad alcuni prescelti dal dio fortuna, di generare guadagni enormi con pochissimo rischio, molti utenti quando hanno visto partire il fenomeno di PEPE, si sono fatti prendere dalla “Fear Of Missing Out” e non vedersi trasformare il loro “cippino” in milioni. 

Listing su Exchange

In termini pratici, l’accessibilità del token e la sua disponibilità su importanti exchange crypto hanno favorito una maggiore adozione da parte degli investitori. La possibilità di acquistare e scambiare PEPE su piattaforme popolari ha contribuito a creare un ecosistema in cui il token è diventato facilmente accessibile a un vasto pubblico di acquirenti potenziali.
Come si suol dire “compra la notizia”, alla ufficializzazione del listing su Binance, è stato possibile assistere ad un pump repentino della coin, che ovviamente è stato temporaneo, in quanto poco dopo il listing ufficiale la coin ha visto perdere molta della propria Market Cap.

Timing

Va anche considerato il timing favorevole in cui PEPE è stato lanciato: il mercato delle criptovalute è caratterizzato da periodi di euforia e fasi di alti e bassi.
L’uscita di PEPE è avvenuta in un momento in cui l’interesse generale per le criptovalute stava crescendo, con un aumento significativo dell’attenzione mediatica e dell’interesse degli investitori. Questo ha creato un ambiente propizio per l’adozione rapida di PEPE coin e la sua ascesa nel mercato delle criptovalute

È Ancora Possibile Speculare su PEPE? (NB: non troverai consigli finanziari!)

Se avete perso la vostra occasione di investire presto, $PEPE non sarà probabilmente la moneta che vi trasformerà in milionari. 

Nonostante la diminuzione del prezzo, il token PEPE ha dimostrato un incredibile potenziale di crescita legato principalmente alla community, ma il suo futuro è incerto senza un utilizzo reale o una roadmap chiara: essendo uno strumento di speculazione, è ancora possibile fare trading con esso. 

In questi casi è probabilmente più utile adottare strategie di breve periodo, andando a monetizzare eventuali profitti e inserendo degli stop-loss per limitare le perdite: può essere divertente e profittevole, ma bisogna avere chiaro in mente che, al momento, stiamo facendo movimenti speculativi su aria fritta.

Per capire meglio come operare in questi casi può essere utile analizzare il trend di mercato: l’andamento dei prezzi delle memecoin è notoriamente volatile, soggetto a rapidi cambiamenti e spesso influenzato da fattori esterni come l’andamento del mercato generale o le notizie di settore.
Attualmente è possibile assistere ad un periodo positivo per le crypto che, trainate come sempre dall’andamento di Bitcoin, sembrano aver superato il periodo di Bear Market, ma non sembra essere bastato a salvare $PEPE da un notevole calo di prezzo e di volumi di scambio.

Il mercato delle memecoin risente molto della presenza di investitori famosi (qualcuno sicuramente conoscerà il rapporto controverso che intercorre fra Elon Musk e Dogecoin…): se una personalità di spicco dovesse presentarsi come investitore e sostenitore del progetto non sarebbe da escludere un periodo di estrema volatilità.

Pepe Coin, MemeCoin, Criptovalute, Dogecoin, Shiba Inu, Analisi Critica, Speculazione, Investimento, Mercato delle Criptovalute, Volatilità

Un’Analisi Critica del Settore

Nonostante l’entusiasmo che circonda le memecoin, è importante adottare un approccio critico: queste monete, pur essendo divertenti e innovative, sono estremamente volatili e possono portare a significative perdite finanziarie e la mancanza di un valore intrinseco o di una roadmap chiara rende difficile prevedere il loro futuro.

La mania delle memecoin ha dimostrato spesso di essere soggetta a un ciclo di hype seguito da un rapido declino dei prezzi: molti progetti memecoin hanno registrato un aumento di valore temporaneo, spinti dall’entusiasmo e dall’interesse dei trader ma, dopo un periodo di crescita esponenziale, hanno subito un crollo improvviso, portando a una significativa perdita di valore per gli investitori.

Esistono molti esempi illustri relativi a questo pattern:

Shiba Inu (SHIB)

SHIB è una memecoin che ha guadagnato popolarità grazie alla sua somiglianza con Dogecoin. Nel 2021, SHIB ha registrato un’incredibile crescita, con un aumento di valore superiore al 100.000%. Tuttavia, dopo il picco, il prezzo di SHIB è diminuito notevolmente, causando perdite significative per molti investitori.

SafeMoon (SAFEMOON)

SAFEMOON è un altro esempio di memecoin che ha attirato l’attenzione degli investitori grazie a meccanismi di incentivazione come il sistema di ritenzione delle transazioni. Nel 2021, questa coin ha sperimentato un rapido aumento di valore, ma successivamente ha subito una correzione dei prezzi e una volatilità significativa.
Di recente, dopo un periodo di alta volatilità e in seguito ad un aggiornamento che ha introdotto un bug, è stata hackerata andando a compromettere il la sua pool di liquidità: l’aggressore ha sottratto circa 27000 BNB (che al momento dell’hack valevano circa 8,9 milioni di dollari).

Baby Doge Coin (BABYDOGE)

BABYDOGE è una memecoin ispirata a Dogecoin che ha guadagnato popolarità grazie all’interesse dei trader nel cercare “la prossima grande memecoin”. Anche se ha registrato un aumento di valore significativo inizialmente, il prezzo di BABYDOGE è poi diminuito notevolmente, mettendo a rischio i profitti degli investitori.

Nonostante le differenze superficiali, come il meme su cui si basano o la comunità di investitori che le supportano, queste memecoin hanno molto in comune: sono tutte strumenti di speculazione selvaggia, con poco o nessun valore intrinseco. 

Questo può portare a una serie di problemi, tra cui la perdita di fiducia nel mercato delle criptovalute e potenziali problemi legali e regolamentari.

Gli investitori dovrebbero quindi essere consapevoli dei rischi associati e fare le dovute ricerche prima di investire.

Conclusione

In conclusione, mentre Pepe Coin e altre memecoin possono sembrare attraenti per i loro potenziali guadagni rapidi, è importante ricordare i rischi associati, lo ribadiamo: queste monete sono estremamente volatili e mancano di un valore intrinseco, rendendole un investimento rischioso. 

È quindi consigliabile approcciare le memecoin con cautela e fare ricerche approfondite prima di entrare in questo mondo: investire in criptovalute comporta sempre un grado di rischio elevato e gli investitori devono agire in base alle proprie circostanze personali e alla propria tolleranza al rischio.

Questo tipo di operazioni richiede una solida conoscenza del settore, una comprensione dei rischi e delle strategie di gestione del portafoglio: è consigliabile consultare un consulente finanziario esperto o fare una ricerca accurata prima di prendere decisioni di investimento.

Se invece state osservando queste coin con curiosità e senza considerarle seriamente parte dei vostri investimenti ricordatevi che nascono dai meme e che non sono progetti “seri”: usatele per divertirvi ma sappiate che potreste rimanere con in mano un pugno di mosche.

Articoli più recenti: